La storia di Chinatown a New York e i luoghi da visitare

La storia di Chinatown a New York e i luoghi da visitare. FOTO: Unsplash
La storia di Chinatown a New York e i luoghi da visitare. FOTO: Unsplash

 

Situato nella parte orientale di Manhattan, il Chinatown di New York copre due miglia quadrate, che sono limitate il Lower Easr Side a est Little Italy a nord, il Civic Center a sud e Tribecca a oveste condensano una popolazione da 90 a 100 persone, inclusi abitanti, commercianti e turisti.

Nonostante sia la destinazione per eccellenza degli immigrati cinesi, in Chinatown Anche dominicani, portoricani, birmani, vietnamiti e filippini convivono principalmente.

Le origini di questo luogo emblematico risalgono alla metà del XVIII secolo quando c'era un file grande arrivo di mercanti e marinai cinesi negli Stati Uniti, che pensava di trascorrere solo pochi anni lontano da casa, ma gradualmente è entrato a far parte della popolazione americana nel precursore del sogno americano: il Gold Mountain –La corsa all'oro degli anni 1840 e 1950.

Mentre le miniere d'oro cominciavano a sottoperformare e la costruzione della ferrovia transcontinentale si avvicinava al completamento, l'ampia disponibilità di manodopera cinese a basso costo e organizzato in industrie come: arrotolare sigarette e tessuti, divenne una fonte di tensione per i lavoratori locali, che pensavano che i cinesi avrebbero preso il loro posto nel lavoro.

Violenza mafiosa e discriminazione dilagante in occidente ha spinto la comunità cinese a est, dove le opportunità di lavoro erano più aperte e potevano essere più facilmente integrate a causa della diversità della popolazione, compresi i migranti irlandesi e afroamericano.

Nel 1870, quando la popolazione cinese aumentò da 150 persone (nel 1859) a più di duemila, Nasce Chinatown, dopo alcune vie centrali come Mott Pell y di Doyer espandere.

 

Esclusa dalla cittadinanza e dalle sue tutele, la comunità cinese in ritardo ha formato le proprie strutture interne per facilitare l'occupazione, l'assistenza sanitaria e l'alloggio, come il China Consolidated Charitable Association (1880) che fungeva da "governo" locale.

Allo stesso modo, il file fong –Persone provenienti da distretti simili in Cina–; il tenaglie –Associazioni commerciali–; e associazioni di nomi di clan familiari come Lee.

Poco dopo l'istituzione di Chinatown, i nativi americani hanno determinato lo spazio come "Orientalista-Altro", innescando un boom del turismo e la comunità Cina ha abilmente sfruttato gli stereotipi per crescere finanziariamente e posizionare elementi della sua cultura nella tradizione americana.

Ora Chinatown di Manhattan È uno dei nove quartieri della comunità cinese di New York, nonché uno dei dodici nell'area metropolitana di quella città.

Anche se ora è in inferiorità numerica dalla rapida crescita di Chinatown di lavaggio, situato nel quartiere di Queens, La Chinatown di Manhattan rimane una forza culturale dominante per la diaspora cinese ed è sede di monumenti iconici come il Museo della Cina in America.

Quattro posti da visitare a Manhattan Chinatown

Canal Street

È la strada principale di Chinatown e attraversa la parte bassa di Manhattan con il New Jersey. Comico Jon Stewart si riferisce alla reputazione di Canal Street come centro per l'ottenimento di riproduzioni di merce originale.

Tempio Mahayana

Il tempio buddista è uno dei migliori da vedere a Chinatown, poiché ospita un Buddha dorato alto cinque metri su un fiore di loto circondato da offerte.

Chiesa della Trasfigurazione

Ospitata in un edificio dall'architettura insolita in stile gregoriano, questa chiesa è una miscela delle religioni cristiane e buddiste e tiene i suoi sermoni in mandarino e cantonese. La sua struttura evidenzia la torre ottagonale ricoperta di rame e le sue finestre gotiche.

Columbus Park e Kim Lau Arch Street di Barber Shop

Formalmente conosciuto come Parco della curvatura del gelso, Parco Cinque Punti Points y Parco paradiso, è un parco pubblico che, durante il XIX secolo, era la zona più pericolosa per gli immigrati di New York. Oggi funge da luogo di ritrovo per la comunità cinese, che si riunisce per suonare il mahjong e pratica tai chi al mattino