Kokoshnik: l'accessorio russo che non passa di moda

Martedì 21 gennaio 12.39 GMT



Kokoshnik: l'accessorio russo che non passa di moda

El kokoshnik è un tocco tradizionalmente Russo Ha una storia affascinante.

La parola dallo slavo kokosh, che significa pollo o gallo, perché le forme ricordano la cresta di questi animali.

Questo è il motivo per cui sia le diademi che alcune strutture architettoniche intorno al XVI secolo portavano quel nome.

I cappelli destinati agli uomini, creavano qualcosa di simile che le donne potevano indossare.

Cominciarono ad essere usati dai membri dell'aristocrazia, ma col tempo la situazione cambiò e la portarono in occasioni speciali come matrimoni, vacanze o ritratti.

Stili e materiali

I materiali variavano da seta, velluto o doghe. Inoltre sono stati adornati con perline, pizzi e dettagli floreali, solo per citarne alcuni.

Anche se ci sono molti più stilizzati che hanno pietre preziose o filo d'oro.

Nel frattempo, le forme variano da triangolare a circolare o con una ventola o il contorno dello schermo.

Gli stili erano o sono vari quanto i diversi siti nella regione.

Si sono sempre distinti per la loro somiglianza con un alone, che connotava la spiritualità delle donne.

Erano molto alla moda alla fine del XNUMX ° secolo ed erano generalmente per donne sposate.

Pertanto, il tradizionale copricapo femminile ha subito vari cambiamenti e reinterpretazioni, quindi sono attualmente utilizzati da gruppi folk, sebbene rimangano come simbolo della moda russa.

Potrebbe piacerti anche:

Iris Van Herpen, un progressista che dà movimento alla moda

Joshua Katcher e la sua metodologia per una moda più etica

Clifford Coffin: patrimonio fotografico di eleganza e moda