Ernesto Artillo: il collage per trasformare lo spot in arte
10293
post-template-default,single,single-post,postid-10293,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,qode-news-2.0.1,qode-quick-links-2.0,aawp-custom,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Ernesto Artillo: il collage per trasformare lo spot in arte

Ernesto Artillo È cresciuto con suo padre a guardare come lui collage.

Ecco perché questa tecnica, oltre all'influenza di Picasso, lo hanno reso uno dei artisti multidisciplinari il maggior successo in Spagna e nel mondo.

Nel suo collage si combina con i suoi doni in pittura ad olio, fotografia e moda. Ed è con questa miscela per cui ha lavorato Dolce & Gabbana, Mango, Adolfo Dominguez, Oysho, Pepe Jeans, tra le altre marche.

Tuttavia, le sue creazioni non rimangono solo nella pubblicità. Ha anche apparizioni in riviste internazionali di natura artistica come Un'altra rivista, Harpers Bazaar China, Vogue e altro ancora.

Più che moda e marchi

Inoltre, il malagueño ha esposto, individualmente e collettivamente, a San Pietroburgo, Mumbai, Corea, Pechino, Hong Kong e Spagna.

In questi collage potevano entrare nella categoria di Pop Art, un'altra delle sue grandi influenze.

In conclusione, potremmo dire che trasformare lo spot in qualcosa di più personale e artistico è l'asse principale del suo lavoro.

Immagine animata dell'animazione 'condividi la tua arte'
Non ci sono commenti

Invia un commento