Edward Burne Jones, designer del preraffaellismo

Martedì 17 marzo alle 14.11 GMT

Edward Burne Jones (1833-1898) fu un artista e designer inglese che si distinse come attore chiave in un nuovo movimento estetico.

Nel corso della sua vita ha prodotto pezzi squisiti carichi di originalità e dettagli precisi.

Il suo lavoro ha rappresentato il ringiovanimento della tradizione artistica.

Si è sviluppato in particolare in pittura, ma ha anche esplorato artigianato come decorazione d'interni, piastrelle, gioielli, tappezzeria, illustrazione, tra gli altri.

Tuttavia, si è distinto in particolare nelle vetrate colorate, che ha dotato di una bellezza unica.

Pre-Raffaellismo e "Il libro dei fiori"

Edward Burne Jones apparteneva all'ultima fase del movimento preraffaellita, pensò l'inglese che avvenne intorno al 1848.

Era caratterizzato da raffinatezza estetica, oltre che dalla creazione con idee autentiche, quindi si ispirò alla natura e cercò l'eccellenza in termini di tecnica.

Uno dei pezzi più importanti dell'artista è stato Il libro dei fiori, una serie di 38 lavori rotondi eseguiti tra il 1882 e il 1898.

L'ispirazione è nata a causa del nome di diverso fiori, così come le leggende o le loro origini, anche se non ne appare una sola nel contenuto.

Ha usato acquerelli, colori del corpo (o guazzo) e vernice dorata, ognuno dei quali misurava circa sei pollici di larghezza.

Alla sua morte Georgiana Burne-Jones pubblicò il testo nel 1905 e nel 1909 il British Museum acquistò l'album originale.

Potrebbe piacerti anche:

5 documentari su artisti che ti faranno amare la pittura

Berthe Morisot, l'artista precursore dell'impressionismo

Henri Rousseau: "doganiere" francese con cuore di giungla