Il nonno arcobaleno: il colorato combattimento dell'ultimo nemico di Mao Zedong

Martedì 30 luglio 00.19 GMT


Il nonno arcobaleno: il colorato combattimento dell'ultimo nemico di Mao Zedong


Huang Yung-Fu trovato in Taiwán una casa che protegge e dà vita ogni giorno con le sue tele multicolori e affascinanti.

Originario della Cina al riparo in questa comunità dopo il Seconda Guerra Mondiale, insieme a diversi veterani.

Questi soldati sconfitti dal regime comunista di Mao Zedong hanno trovato una residenza improvvisata per se stessi e le loro famiglie.

Tuttavia, gli anni passarono e alcuni di loro si trasferirono o morirono.

Huang of 97 anni , è l'unico che rimane in questa villa che un tempo ospitava un migliaio di case 200.

Ma stava anche per essere demolito per la costruzione di alcuni edifici.

Il nonno arcobaleno

Nel 2000, il governo taiwanese annunciò la demolizione del luogo, poiché rimase lì solo il cosiddetto "nonno arcobaleno".

E anche se hanno cercato di convincerlo ad abbandonarlo, ha resistito a dipingere tutte le superfici intorno a lui.

Pareti, pavimenti, tetti, strade e oggetti sono diventati le tele perfette per il nonno arcobaleno dipingi gatti, figure, fiori e tutto ciò che puoi immaginare.

Da allora è un riferimento turistico grazie a uno studente universitario locale che ha incontrato i dipinti spettacolari.

Ciò ha contribuito a sensibilizzare sul famoso Rainbow Villa che riceve un milione di visitatori all'anno ed è un successo Instagram.

Il nonno arcobaleno che mantiene la sua casa piena di colore e compagnia.