Le migliori installazioni immersive della Milano Design Week 2019

Mercoledì 17 aprile 14.23 GMT


Le migliori installazioni immersive della Milano Design Week 2019


Anno dopo anno, la Milano Design Week è la finestra per creativi di tutto il mondo.

In questa mostra, non vengono mostrati solo gli ultimi lanci di prodotti, ma anche le crescenti strutture immersive.

Sia all'aria aperta che all'interno di un tetto, i design sorprendono per originalità, creatività e progresso tecnologico.

Per questo, Fahrenheitº ti mostra cinque delle migliori strutture della Milano Design Week 2019.

Il tempo assistito da Carlos Amorales

Uno sciame di 15,000 Butterflies ha conquistato la Fondazione Adolfo Pini a Milano.

Questi animali volanti popolavano gli spazi e le pareti.

Erano creature di carta nera che facevano parte dell'esposizione di Carlos Amorales.

La mostra si è concentrata sulla nuvola nera di installazione a grandezza naturale, che includeva lo sciame di farfalle.

Inoltre, diversi elementi della vita del progetto nelle pieghe.

GAS di Guillermo Santomá per RIMOWA

RIMOWA si è unito nuovamente con la rivista di arte contemporanea e lo studio creativo caleidoscopio, che ha portato a un progetto multipiattaforma.

È stato sviluppato in stampa, online e dal vivo.

Questa volta, ha approfittato del talento del designer spagnolo Guillermo Santomá, che ha tradotto l'alloggiamento in alluminio in un'installazione ispirata a una stazione di servizio.

Questo, al centro dell'installazione intitolata "GAS".

Santomá ha creato un'auto con pannelli in alluminio RIMOWA, combinando arte e funzione in modo surreale.

Affinità in autonomia di SONY

Con uno spettro in continua evoluzione di colori e suoni in movimento, è stata esplorata l'affinità di Sony nell'imponente installazione dell'autonomia.

Attraverso cinque spazi distintivi.

Ogni scenario, da un iniziale risveglio a una collaborazione amichevole, offriva diverse interazioni.

Queste interazioni hanno indicato costruire e rafforzare una connessione emotiva tra l'uomo e la robotica.

In generale, la mostra ha esplorato e proposto come la tecnologia può arricchire il nostro stile di vita.

E realizzalo creando legami emotivi tra noi e la robotica.

Lontano da NILUFAR DEPOT

Questa installazione è un progetto pilota avviato in 2018. Si tratta di creare un luogo fertile per mappare le future direzioni progettuali.

La stanza centrale del magazzino era superata da pezzi amorfi che sovvertivano i concetti tradizionali della forma.

Qui, le idee degli spazi domestici furono destabilizzate e furono soppiantate dai progetti con metodi sperimentali.

Oggetti nomadi di Louis Vuitton

La prestigiosa casa del lijo francese, ha aggiunto pezzi di atelier biagetti e zanellato / bortotto alla sua collezione di oggetti nomadi.

Con questo, si unì alla linea di famosi designer, come India Mahdavi, Patricia Urquiola e Tokujin Yoshioka.

I pezzi sono stati svelati nel palazzo neoclassico Serbelloni in una mostra che ha presentato l'intera collezione. Così come le precedenti edizioni riproposte in nuovi colori e materiali.

Qui, le stanze scarsamente illuminate sono state illuminate da toni vibranti, tra cui il divano-puzzle "bomboca" dei fratelli Campana.

Che era in giallo fluorescente e la sedia sospesa "bozzolo" ricoperta di pelliccia ecologica rossa.

La Settimana del Desing Milano 2019 ha chiarito che la fusione tra arte, stile, design e progresso scientifico crea nuovi spazi da vivere e immaginare.