Alebrijes, gli esseri fantastici che sono nati da un sogno

Giovedì 12 settembre 12.07 GMT



Alebrijes, gli esseri fantastici che sono nati da un sogno

Uno dei tratti distintivi di Messico sono i colori nei loro paesaggi, nella loro arte, nel loro giorno per giorno.

E alebrijes Non fanno eccezione, sono un mestiere che sembra prendere vita e hanno fatto il giro del mondo.

Sono creature immaginarie costituite da diverse parti di animali, cioè miscele straordinarie.

Si presentano nel Città del Messico, nel quartiere di La Merced, fatto di ruolo, per gli anni 30.

E intorno a 80, Oaxaca li adatta alla loro regione e inizia a farli di legno Copal.

Hanno un valore incalcolabile poiché lo sono pezzi unici, non c'è nessun altro simile.

Questi esseri fantastici sono una parte fondamentale della cultura messicana.

Cosa c'è dietro gli alebrijes?

Pedro Linares López Era un cartonero nato a 1906.

Durante una malattia che lo ha lasciato incosciente, è caduto in a sonno profondo.

I rimedi casalinghi erano l'unica cosa a portata di mano per aiutarlo nella trance.

Ha viaggiato in un universo magico.

Lì vide un asino con le ali, un gallo con le corna di toro e un leone con la testa di cane.

Voleva correre, ma gli fu detto che avrebbe dovuto seguire la sua strada.

Alla fine arrivò a una finestra stretta attraverso la quale scivolò via e si svegliò improvvisamente.

Dopo questo episodio ha deciso di mostrare la sua allucinazione e ha trionfato.

Anche Diego Rivera e Frida Kahlo È stato commissionato dagli animali che ha creato.

Linares è morto in 1992, ma l'eredità rimane, la sua famiglia continua la tradizione, come molti altri artigiani.

E il mondo intero è testimone dei meravigliosi alebrijes che una volta conosceva.