The House of Tiles: icona di Città del Messico

Martedì 17 dicembre 13.59 GMT


The House of Tiles: icona di Città del Messico


La Casa delle piastrelle in Città del Messico È diventato un simbolo del luogo e un punto fondamentale da conoscere.

La costruzione originale risale al XVI secolo, ma è intorno al 1700 quando si decide di coprire completamente la facciata con piastrelle di poblano.

Tutto indica che questa determinazione è stata presa dai suoi proprietari in quel momento, quindi è anche noto come Palazzo dei Conti della valle dell'Orizaba.

Si trova all'angolo tra Francisco I. Madero e Callejón de la Condesa, nel Centro Storico capitale.

Il palazzo blu

L'edificio è unico a causa di talavera nei toni del blu. Il 9 febbraio 1931 fu dichiarato monumento nazionale e fa parte del patrimonio di Messico.

Le sue caratteristiche sono anche: cava intagliata, colonne e travi in ​​legno, ringhiere in ferro battuto e un vecchio ascensore.

Oltre a mescolare artigianato con architettura barocca e stile coloniale.

All'interno puoi vedere onniscienzadi José Clemente Orozco.

Costruito nell'era vicereale, è stato un testimone silenzioso del passare del tempo, è diventato il Jockey Club da casa e dagli anni '60 ospita un magazzino.

Visitarlo rappresenta un vero viaggio nel tempo.

Potrebbe piacerti anche:

El Caballito di Manuel Tolsá: testimone dei cambiamenti a Città del Messico

Carlos Fuentes, una visione cosmopolita del Messico

Angelo dell'indipendenza: emblema del monumento del Messico