William Morris, icona del design che ha resistito alla modernità

Martedì 24 marzo alle 07.28 GMT

 

El 24 marzo 1834 William Morris nasce, considerato maestro di design tessile e una delle figure più importanti del movimento britannico Arti e Mestieri.

Anche l'architetto, traduttore, poeta, romanziere e attivista socialista inglese era un grande difensore della conservazione del patrimonio architettonico religioso e civile.

I suoi contributi letterari hanno contribuito a diffondere il moderno genere fantasy, oltre a svolgere un ruolo importante e attivo nella propaganda e nella diffusione.

William Morris ha frequentato l'Exeter College, all'Università di Oxford, dove ha studiato architettura, arte e religione.

Allo stesso tempo ha incontrato Dante Gabriel Rossetti, Edward Burne-Jones, Ford Madox Brown, Philip Webb e il critico d'arte John Ruskin, che lo hanno sicuramente influenzato.

Durante questo periodo, Morris si avvicinò anche a Jane Burden, che divenne la sua modella e moglie nel 1859. La dedicò casa Rossa Come regalo di nozze, una casa che ha costruito con Philip Webb.

Legato alla Confraternita preraffaellita, respinse la produzione industriale nelle arti decorative e nel architettura.

In questo modo sostenne un ritorno all'artigianato medievale, considerando che gli artigiani meritavano il rango di artisti.

 

Ritorno al medievale

 

Nel 1861 fondò con Dante Gabriel Rossetti, Burne-Jones, Madox Brown e Philip Webb, Morris, Marshall, Faulkner & Co., uno studio di design industriale e architettura che finanziò personalmente.

In questo modo L'Inghilterra vittoriana rianimò sulla base delle arti e dei mestieri del medioevo al contrario delle moderne forme di produzione di massa.

Con successo in tutto il mondo, la società cambiò nome in Morris and Co., nel 1875.

Più tardi, William Morris fondò la Kelmscott Press dove produsse opere originali e ristampe di classici, la sua opera più famosa fu l'edizione Chaucer dei Canterbury Tales, illustrata da Burne-Jones e stampata alla Kelmscott Press nel 1896.

È così che è diventata un'influenza storica delle arti visive e del design industriale nel XNUMX ° secolo.

È morto 3 ottobre 1896, negli anni di 62.