Costruttivismo: la tattica russa per rendere l'arte accessibile

Il costruttivismo russo servì a migliorare i precetti della rivoluzione russa (Foto: Composizione 7, pittura di Kandinsky, avanguardia e arte russa)
Il costruttivismo russo servì a migliorare i precetti della rivoluzione russa (Foto: Composizione 7, pittura di Kandinsky, avanguardia e arte russa)

 

El Costruttivismo Il russo è stato un movimento artistico negli anni '20 del secolo scorso. Si è manifestato in pittura, fotografia, cinema e in progettazione graficaTuttavia, la sua applicazione più concreta e rivoluzionaria era in architettura.

Il costruttivismo è nato nel 1914 a Russia, dove il termine "arte edile" era già stato sentito.

Aleksandr RodchenkoL'artista, scultore, grafico, pittore e fotografo russo è stato il fondatore del movimento.



 

Quest'arte era al servizio della rivoluzione russa per valorizzare e manifestare l'estetica della nuova società socialista. 

Gli artisti costruttivisti volevano cambiare il mondo con le loro opere, motivo per cui hanno inteso il movimento come uno strumento che avrebbe contribuito alla formazione del nuovo ordine sociale e alla diffusione dell'ideologia socialista russa.

Il costruttivismo rifiutava gli eccessi estetici, tipici della classe borghese, per questo si basava sulla semplicità, su linee geometriche e forme ispirate al futurismo e al cubismo.

Uno degli obiettivi di progettazione grafica Questo movimento doveva informare le decisioni politiche del nuovo governo russo alla sua popolazione, che era per lo più analfabeta. 

Per questo, la tipografia ei colori sono stati manipolati per diffondere messaggi di propaganda su poster, illustrazioni, fotografie e altri media.

I prodotti visivi hanno gestito la "tridimensionalità", nonché le linee inclinate, i motivi astratti e le forme e figure geometriche. I colori costanti erano blu, rosso, nero, giallo, bianco e arancione. Gli elementi ed i colori dovevano esaltare i simboli della rivoluzione e del progresso. 

Varvara Stepanova, moglie di Aleksandr Rodchenko, El Lissitzky, Vladimir Tatlin, Naum Gabo, Kasimir Malevich, Wassily Kandinsky e i fratelli Stenberg erano rappresentanti di questa corrente. Tutti cercavano una tecnica estetica che permettesse nuovi design legati alla produzione industriale.

Rodchenko fondò un'agenzia pubblicitaria insieme al poeta Mayakovski, da lì uscirono più di 150 disegni e pezzi pubblicitari tra il 1923 e il 1925.