Donne controverse che hanno fatto la storia

Martedì 10 marzo alle 13.55 GMT

Indipendenti, coraggiosi e in anticipo sul tempo vissero, molti mujeres nella storia hanno dato cosa parlare per la loro forza, apertura e pensiero liberale, qualità che hanno rotto gli standard stabiliti del loro tempo.

Samurai donne

Durante il periodo Edo (1603-1868) della storia del Giappone, il gruppo di onna bugeishas, donne samurai che hanno guadagnato rispetto e riconoscimento.

Fin dall'infanzia, furono istruiti nelle arti marziali e dominarono l'uso di armi come la naginata, la katana e il tiro con l'arco in modo che, quando erano adulti, potevano difendere le loro proprietà e le loro famiglie mentre gli uomini erano fuori.

Nonostante il macho e tradizionalista della società giapponese, questo gruppo di donne coraggiose ha svolto un ruolo rilevante nello sviluppo culturale e militare e persino con un potere simile a quello degli uomini dell'epoca.

A casa giocavano anche un ruolo fondamentale, gestivano le finanze e educavano i bambini agli ideali del samurai.

Alcuni dei più rappresentativi

  • Imperatrice Jingu (c.169 - 269 d.C.) guidarono l'invasione della Corea, tornando vittoriosa tre anni dopo.
  • Nakano Takeko (1847-1868) Esperto di arti marziali, nella battaglia di Aizu guidò un gruppo di combattenti donne.
  • Yamakawa Futaba (1844-1909) Ha difeso il castello di Tsuruga nella guerra di Boshin. Dopo essere sopravvissuto alla guerra, ha migliorato l'educazione delle donne e delle ragazze in Giappone.

Mata Hari

In anticipo sui suoi tempi, Mata Hari È entrato nella storia lottando per essere una donna indipendente e libera.

Margaretha Geertruida Zelle, meglio conosciuta come Mata Hari, era una famosa ballerina, cortigiana e spia olandese che trionfò in Europa con le sue danze brahmaniche e orientali.

Ha avuto due figli, uno è morto avvelenato e in seguito ha perso la custodia della figlia più giovane dopo che l'ex marito l'ha accusata di condurre una vita libertina.

Per sopravvivere, fece alcuni tentativi come modello nudo di artisti; più tardi e fiduciosa nella sua conoscenza orientale, impersonò una presunta principessa Java di nome Mata Hari.

Da lì, ha vissuto a Parigi come cortigiana ed esotica ballerina e ha recitato in spettacoli di strip che le hanno dato un po 'di popolarità. Il loro numero ha suscitato scalpore a causa della carica erotica che Mata Hari ha stampato su di loro.

Grazie all'intera storia che ha coinvolto il suo personaggio, ha avuto relazioni segrete con numerosi ufficiali militari e persino politici di alto livello.

Fu così che nel 1914, con l'inizio della prima guerra mondiale e costretta dalla crisi, iniziò a lavorare come spia per la Germania.

Georges Ladoux, un ufficiale di controspionaggio francese, la tenne segretamente sorvegliata, fiduciosa della sua attività di spia in favore del nemico e che lo preparò per essere consegnato alle autorità francesi.

Nel 1917 fu processata, dichiarata colpevole di spionaggio e alto tradimento senza prove conclusive e successivamente eseguita.

Svetlana Allilúyeva

Svetlana Allilúyeva (1926-2011) l'unica figlia femminile Stalin era passata alla storia dopo essere fuggita dall'Unione Sovietica e aver richiesto asilo politico negli Stati Uniti.

Figlia del secondo matrimonio di Stalin, Svetlana soffrì dell'autoritarismo di suo padre.

A 17 anni si innamorò dello scrittore ebreo Alekséi Kápler, 40 anni, che fu esiliato per dieci anni nella città polare di Vorkutá per ordine di Stalin.

La disapprovazione delle relazioni amorose di Svetlana continuò, anche nel 1953, quando suo padre era già morto, così decise di cambiare il suo cognome.

Qualche tempo dopo, Svetlana si innamorò di Brajesh Singh, un comunista indiano, una relazione che, ancora una volta, fu bandita.

Nel 1966, Singh morì e Svetlana chiese il permesso di recarsi in India per versare le sue ceneri, un'azione che intraprese per recarsi presso l'ambasciata degli Stati Uniti per chiedere asilo politico.

Una volta che è riuscita a raggiungere gli Stati Uniti, la figlia di Stalin ha denunciato in una conferenza stampa gli eccessi commessi dal governo sovietico.

La partenza di Svetlana ha innescato una crisi politica.

Già stabilito negli Stati Uniti, sposò William Wesley Peters, con il quale ebbe una figlia di nome Olga.

Muore il 22 novembre 2011 per cancro al colon nella Contea di Richland, Wisconsin, Stati Uniti.

Potrebbe piacerti anche:

Donne artiste che riflettono e combattono la storia della storia

Donne che hanno alzato la voce per giuste cause

5 donne essenziali della musica classica dimenticate dalla storia