La filosofia della vita di Audrey Hepburn nelle frasi 5
5632
post-template-default,single,single-post,postid-5632,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,qode-news-2.0.1,qode-quick-links-2.0,aawp-custom,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

La filosofia della vita di Audrey Hepburn nelle frasi 5

Hollywood ha regalato molte star del grande schermo, ma senza questa donna in particolare, la storia del cinema americano non sarebbe la stessa.

parliamo Audrey Hepburn, una delle attrici più famose del cinema, che continua ad essere un riferimento di bellezza e attitudine.

I tuoi documenti Vacanze a Roma (Per quali ha vinto l'Oscar a 1953), Sabrina, colazione con diamanti y Sempre, hanno segnato la sua carriera e hanno lasciato il segno nei nostri cuori.

Audrey Hepburn

Il suo vero nome era Audrey Kathleen Ruston e lei era una discendente di uno dei famiglie aristocratiche d'Olanda, il Van Heemstra.

Audrey incarnava una bellezza fragile e snella che divenne Icona di stile. Era considerata una delle donne meglio vestite del suo tempo e Hubert de Givenchy era il suo capo progettista.

Ma non solo era bello fuori. Audrey Hepburn era una donna forte e amorevole, che lo pensava La migliore attività che possiamo fare è sorridere:

â € "Amo le persone che mi fanno ridere. Con sincerità, lo penso ridere è quello che mi piace fare di più. Cura una moltitudine di malattie. Ed è probabilmente la migliore qualità di una personaâ € .

"La mia vita non è teorie e formule, è istinto e buon senso" Audrey Hepburn

Audrey Hepburn

Tuttavia, l'attrice non ha avuto una vita facile. Suo padre l'ha abbandonata in 1935 e poi ha dovuto vivere il Seconda Guerra Mondiale, che ha costretto la sua famiglia a trasferirsi in Inghilterra.

Durante la guerra Audrey Soffriva di anemia, problemi respiratori e fame. A peggiorare le cose uno dei suoi fratelli è stato portato in un campo di concentramento e un altro è stato perso negli attacchi di resistenza.

La sua vita è stata segnata A causa di queste avversità, tuttavia, ha sempre cercato di enfatizzare ciò che stava facendo: â € "Non mi prendo la vita seriamente, ma prendo sul serio quello che posso fare nella mia vitaâ €.

Aiuto umanitario

Oltre al cinema, l'attività con cui ha trovato significato nella sua vita, secondo il suo biologo Donald SpotoLo ero aiuto.

â € "Se hai bisogno di una mano amica, ne troverai una alla fine del braccio. Man mano che maturerai, scoprirai che hai due mani, una per aiutare te e l'altra per aiutare gli altri ... , ha detto.

Hepburn ha viaggiato per anni in Guatemala, Honduras, El Salvador, Vietnam ed Etiopia missioni di volontariato per combattere l'AIDS e la malnutrizione infantile, e in 1988 è stato nominato Ambasciatore di buona volontà per l'UNICEF.

Ha affermato che la sua fiducia nell'UNICEF era legata alla sua terribile esperienza durante la guerra e con questo ci ha insegnato ad essere grati a coloro che ci hanno aiutato:

â € "So perfettamente cosa può significare UNICEF per i bambini, perché Sono stato tra coloro che hanno ricevuto cibo e aiuti medici di emergenza alla fine della seconda guerra mondialeâ € | Ho un'enorme gratitudine verso l'UNICEF e una fiducia illimitata in quello che fa. .

Audrey Hepburn

Pensa alla rosa

L'ultimo film in cui è apparsa Audrey Hepburn è stato Always (1989), diretto da Steven Spielberg. Poi ha trascorso i suoi ultimi anni ad aiutare fino a il cancro ha preso la sua vita in 1993.

Nonostante la sua infanzia difficile, ha sempre avuto un atteggiamento positivo che si rifletteva nel suo lavoro, nel suo lavoro umanitario, in il suo eterno sorriso e nelle sue frasi di speranza:

"Penso a rosa. Penso che ridere sia il modo migliore per bruciare calorie. Credo nel baciare, nel baciare molto. Credo di essere forte quando tutto sembra andare storto. E penso che le ragazze felici siano le più belle. Penso che domani sia un altro giorno e credo nei miracoli ".

Audrey Hepburn
Immagine animata dell'animazione 'condividi la tua arte'
Non ci sono commenti

Invia un commento