Bertha Von Suttner, la prima donna Nobel per la pace

Giovedì 20 giugno 14.07 GMT


Bertha Von Suttner, la prima donna Nobel per la pace


La baronessa Bertha Von Suttner era il prima donna a ricevere il premio Nobel per la pace.

Von Suttner è nato a Praga all'9 di giugno di 1843 ed è cresciuto in una famiglia aristocratica austriaca, dove la filosofia della guerra era fondamentale.

Suo padre era feldmaresciallo dell'Impero e consigliere militare.

Tuttavia, con la sua morte e le idee liberali di sua madre, accettò un'educazione poliglotta che la portò a viaggiare in tutta Europa.

Purtroppo, la dipendenza della madre dal gioco ha fatto sparire le fortune della famiglia molto rapidamente, per questo motivo, Bertha si trasferì a Vienna.

Lì trovò lavoro come governante per le figlie del barone Karl Von Suttner.

In quell'era, si innamorò di Arthur Gundaccar, la più giovane della famiglia von Suttner, sette anni più giovane di lei.

Ma questo amore non sarebbe facile. Sua madre si oppose alla storia d'amore e la licenziò.

Quindi fu costretta a trasferirsi a Parigi, lì ha lavorato come segretaria di Alfred Nobel.

Anche se è durato solo due settimane, dal momento che l'inventore è stato chiamato dal re di Svezia per tornare nel suo paese, entrambi formarono a grande amicizia.

Per anni Corrispondono al tema della pace.

Anche, si ritiene che Bertha abbia ispirato Nobel ad includere La Paz tra i premi che ha stabilito alla sua morte.

Il generalissimo del movimento per la pace

A 1876, Bertha è tornata a Vienna. Segretamente, sposò Arthur Gundaccar, che alla fine fu diseredato.

Costretti a trasferirsi in Georgia, nel Caucaso, hanno vissuto in modo precario con ciò che hanno guadagnato scrivendo romanzi popolari.

Dopo otto anni, la coppia fu perdonata dalla famiglia e tornò a Vienna, dove incontrarono l'Associazione Internazionale per l'Arbitrato e la Pace.

Questa istituzione che cercava di risolvere i conflitti attraverso l'intermediazione, divenne il lavoro incessante di entrambi.

La coppia iniziò a dedicare i loro scritti per la pace. Sono apparsi nei forum internazionali.

In 1889, Bertha sintetizzò tutte le sue idee pacifiste nel romanzo Giù con le armi!, che divenne rapidamente un best seller controverso.

E solo due anni dopo venne istituita la Società di pace austriaca.

Nei congressi di pace dominati dagli uomini, si distinse come leader liberale e forte. Per tutto ciò lo hanno chiamato il "generalissimo del movimento per la pace".

La morte di suo marito non le ha impedito di continuare con il lavoro che entrambi hanno portato per anni.

Ha continuato a scrivere, ma solo per la causa della pace.

Finalmente, in 1905, ha ricevuto il Premio Nobel per la pace.

Inoltre, Bertha è noto per avvertire il mondo della necessità di unificare l'Europa e prevenire quella che noi conosciamo come la prima guerra mondiale.

Von Suttner è morto il 21 di giugno di 1914, due mesi prima dello scoppio della prima e devastante guerra mondiale.