Modelli coperti da veli di colore nella fotografia di Elizaveta Porodina
8242
post-template-default,single,single-post,postid-8242,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,qode-news-2.0.1,qode-quick-links-2.0,aawp-custom,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Modelli coperti da veli di colore nella fotografia di Elizaveta Porodina

Le fotografie di Elizaveta Porodina, combinano forza, nostalgia e mistero, sempre basate sulla condizione e la psiche umana.

Con il suo tocco fedele alla bellezza estetica, alla forza e ai colori, Porodina crea immagini non convenzionali che ci invitano a ripensarci.

Nonostante viva a Monaco di Baviera, in Germania, Elizaveta conserva il classico stile russo di delicatezza e cura; così come l'eccentricità.

Autotidacta

Porodina si è trasferita in Germania quando aveva 13 anni e, da allora, ha unito i suoi studi con la sua più grande passione: la fotografia. In questo, trova il modo di combinare i mondi della moda, della nostalgia, del glam rock e delle fiabe.

Di solito, frequenta sempre un'estetica interpretata dalla loro conoscenza psicologica.

Originaria della Russia, ma con sede in Germania, Elizaveta Porodina è una giovane fotografa di malinconia e moda. Con studi in psicologia e appena 24 anni, Porodina guida lo stile della sua fotografia rispetto ai suoi stati d'animo. Tutti loro, soggetti alla loro immaginazione volatile.

A peggiorare le cose, per due anni ha lavorato in psichiatria. Le sue fotografie hanno qualcosa di un sogno. Inoltre, le molte riflessioni, le rifrazioni, le esposizioni multiple come quelle di un'oppressione da incubo, gli occhi si riflettono nei palmi aperti.

Il subconscio come protagonista

La fotografa Elizaveta Porodina fotografa dal subconscio. Amante del surrealismo e dell'impressionismo. Grazie a queste due influenze artistiche, l'artista russo realizza ritratti di donne calme, chiare e belle.

Volti e corpi femminili pieni di colori come se una fata avesse rovesciato un sacchetto di vernice in polvere.

In mezzo a quella polvere dai colori vibranti, è il modello che esprime calma, sollievo e sogno.

Ciò che l'artista sembra attingere dal proprio inconscio è, al tempo stesso, espressione di una società permanentemente autoriflessiva ed egoista. La malinconia sfocata si trova nelle sue fotografie. In questo photoshoot, Elizaveta Porodina fotografa una donna con polveri colorate, come se fossero veli di autocoscienza.

Visualizza questo post su Instagram

Magic Maggie @maggiejmaurer #campagna #outtake

Immagine animata dell'animazione 'condividi la tua arte'
Non ci sono commenti

Invia un commento