Takuma Nakahira: Mettere in discussione la bellezza della fotografia

Venerdì 04 settembre 12.08 GMT

 

Questo settembre sono passati cinque anni dalla morte del fotografo giapponese Takuma nakahira.

Critico fotografico nel dopoguerra nel suo paese, il suo lavoro consisteva nel prendere immagini della società giapponese dopo la seconda guerra mondiale e mettere in discussione la cultura estetica del fotografia contemporanea.

L'autore ha collaborato come redattore nella rivista d'arte Gendai no (Occhio contemporaneo)e specializzato in fotografia. Ha anche contribuito alla rivista Provocare, dove ha avuto l'opportunità di lavorare a stretto contatto con daido moriyama e con Koji Taki.

.Le immagini di Nakahira erano considerate "fredde" per non essere conformi all'estetica consolidata

 

Rompere con l'estetica della fotografia

 

A Takuma nakahira è noto per il suo stile "spesso, sfocato e sfocato". Ha scritto diversi saggi, tra cui uno intitolato "La fotografia è stata in grado di provocare il linguaggio?", Forse cercando di mettere in discussione la linea di bellezza e l'arte nella fotografia contemporanea.

Lo stile di Nakahira era spesso, sfocato e sfocato

 

Nel 1971, alla Biennale di Parigi, fa una presentazione diversa: il primo giorno espone i suoi lavori, fotografa l'inaugurazione e le stampa; il secondo giorno il display era un altro.  

FotoEspaña

La mostra fotografica è attualmente in corso FotoEspaña, un festival che si svolge in diverse città di quel paese.

Per quest'anno è stata realizzata una selezione di fotografie giapponesi dagli anni '50 agli anni '70, tra cui Moriyama e Takuma Nakahira. Certo, in Photo España è presente il tema del coronavirus: la mostra terminerà il 31 ottobre 2020.

 

Gli anni di 70

Nakahira ha seguito un corso di spagnolo alla fine degli anni '60. Una volta stabilito negli anni '70, il suo stile era già definito nel suo lavoro: immagini ruvide, sfocate, sfocate e fredde.

Il fotografo Takuma Nakahira negli anni '60 (Foto Internet)

Il fotografo aveva problemi di alcol che causavano amnesia e problemi di linguaggio. Una volta guarito, ha continuato il suo lavoro con la fotocamera.

Infine, Takuma Nakahira è morto nel 2015 all'età di 77 anni nella città di Yokohama, a sud di Tokyo, a causa della polmonite.