Juan Gris, il cubista innovativo e fedele

Lunedì 23 marzo 05.29 GMT

 

El 23 marzo 1887 José Victoriano González-Pérez, meglio noto come Juan Gris, considerato uno dei padri del cubismo.

Originario di Madrid, ha studiato disegno presso la School of Arts and Manufactures, oltre a dipingere all'Accademia José Maria Carbonero.

Nel 1906 si trasferisce a Parigi, dove diventa amico di Henri Matisse, Georges Braque e Fernand Lérig. anche Amedeo Modigliani, lo dipinse nel 1915.

Parigi è stata senza dubbio il luogo che ha alimentato la carriera di Juan Gris, dove ha anche coinciso con un altro grande artista cubista, Pablo Picasso.

 

Contributo al cubismo

 

Nel 1912 il suo balzo a cubismo con diversi dipinti presentati al Salon des Indépents di Parigi.

Un anno dopo, iniziò la tecnica della cartapesta, che consisteva in ritagli di cartone e carta, ottenuti da giornali che furono infine incollati sulla tela per combinarsi con l'olio. Questa tecnica è stata il suo principale contributo al cubismo.

Tuttavia, presto la sua separazione venne da Picasso, che si concentrò su un'arte figurativa con un gusto classicista, proprio come André Derain.

Da parte sua, Juan Gris è rimasto fedele al cubismo in un senso più colorato.

Negli ultimi anni ha disegnato scenografie per le produzioni di balletto di Sergei Diaghilev.

Morì l'11 maggio 1927, all'età di 40 anni.