Fauvismo: espressione del sentimento attraverso il colore

Mercoledì 13 maggio 16.25 GMT

 

El fauvismo Fu un movimento pittorico originario della Francia dal 1904 al 1908 che fu caratterizzato da un uso provocatorio del colore.

Il suo nome deriva dall'espressione lè fauves, le bestie selvagge, che il critico d'arte luigi vauxcelles Ha dato il set di opere che sono state presentate nella Sala VII della terza mostra del Salone d'autunno al Grand Palais di Parigi nel 1905.

Questo movimento, in cui sono state utilizzate e incluse le caratteristiche dei movimenti artistici vicini, ha cercato di tornare alla purezza delle risorse e andare oltre ciò che è stato realizzato in pittura, aspetti che li hanno definiti all'avanguardia.

Henri Matisse, Andre Derain y Maurice de Vlaminck erano il triangolo essenziale di questo movimento che, sebbene durasse poco tempo, trascendeva i nostri tempi.

Nel 1905 questi tre artisti hanno esposto al Autumn Salon insieme ai loro colleghi George Rouault e Henri Manguin, essendo la prima mostra del gruppo fauvista in cui l'emozione è stata espressa attraverso colore.

Henri Matisse (1869-1954)

Considerato il più grande esponente dei fauvisti, Matisse fu il solo a non aver mai cambiato indirizzo.

Matisse ha cercato di esprimere il sentimento nel suo lavoro attraverso l'uso del colore e della forma. La sua vera liberazione artistica passò sotto l'influenza di Van Gogh e Gauguin.

Finestra aperta, Collioure (1905) Donna con cappello (1905) y La Gitana (1906) sono opere in cui Matisse ha catturato la sua passione per questo genere.

La gioia di vivere È un'opera chiave nella carriera di Matisse, poiché in essa riassume il suo apprendimento iniziale di Gauguin, stampe giapponesi e icone persiane e bizantine. 

Matisse

André Derain (1880-1954)

Ha incontrato Matisse e Vlaminck alla Carriere Academy. La sua inclinazione alla sfumatura, la sua giovinezza impetuosa e la sua febbrile perseveranza lo fecero brillare nel movimento fauvismo.

Fortemente influenzato dall'arte di Van Gogh e Paul Cézanne, Derain fece una serie di dipinti tra cui spiccano Un angolo di Hyde Park, Ponte di Westminster y Il London Bridge. Nel 1908, senza motivo, distrusse le sue opere e iniziò a dipingere paesaggi in stile molto Cézanne.

London Bridge

Maurice de Vlaminck (1876-1958)

provenuto da una famiglia di musicisti bohémienVlaminck entrò nel mondo della pittura a causa di una febbre tifoide che lo fece abbandonare la sua vocazione come ciclista e dopo essere entrato nell'esercito e aver incontrato Derain, decise che avrebbe tentato la fortuna con l'arte.

Insieme a Derain, ha formato uno studio in cui hanno dipinto e creato in un'atmosfera amichevole. La vicinanza con Derain lo ha portato a conoscere e ammirare l'arte di Van Gogh, che ha influenzato il colore e l'estetica delle sue opere.

Banche della Senna, The Tug y serie Bougival sono solo alcune delle opere in cui l'artista ha permesso al colore di parlare da solo.

Banche della Senna