Gloria Fuertes, una vita piena di poesia

Lunedì 23 marzo 15.18 GMT

 

Incluso nel Generazione di 50Gloria Fuertes García, una poetessa spagnola, ha trasceso il mondo della letteratura per la sua instancabile lotta per l'uguaglianza di genere.

Nata a Madrid il 28 luglio 1917, è cresciuta in una casa umile; fin da piccola ha iniziato il suo interesse per le lettere e persino ha scritto e Ho disegnato le loro storie.

Il suo amore per la letteratura le ha causato problemi, sua madre, mentre si scriveva, la colpisce se la vede con un libro.

Tuttavia, all'età di 14 anni ha pubblicato la sua prima poesia: Infanzia, gioventù, vecchiaia.

Gloria Fuertes ha dovuto unire la sua passione per la scrittura con il suo lavoro ai seminari metallurgici.

Nel 1953 pubblicò i suoi primi versi in una rivista per bambini.

All'età di 17 anni ha scritto il suo primo libro di poesie, Isola ignorata, che è stato pubblicato fino al 1950.

Ha lavorato come montatrice e scrittrice per riviste per bambini, i suoi fumetti Trecce e fili Hanno raggiunto una grande popolarità tra il pubblico dei bambini.

Ha organizzato la prima Biblioteca per bambini itinerante in piccole città.

Nel 1951 fonda il gruppo femminile Versi con gonne, che per due anni ha fatto letture frequenti e recital in caffè e bar a Madrid.

Ha partecipato con Antonio Gala, Julio Mariscal e Rafael Mir alla creazione della rivista poetica arciere che diresse fino al 1954.

Nel 1952 la sua prima opera teatrale in versi Prometeo fu rappresentata per la prima volta, che ricevette il Premio Valle-Inclán.

Scienza delle biblioteche studiata e inglese; Successivamente, ha ottenuto una borsa di studio negli Stati Uniti per insegnare letteratura spagnola alla Bucknell University. 

Era legato al movimento letterario della generazione degli anni '50 e al "postismo". Raccontava esperienze di se stessa e degli altri, a volte dettagli proibiti dalla censura di Franco.

La guerra civile segnò profondamente Gloria Fuertes, ma il poeta riconobbe che "senza la tragedia della guerra, forse non avrebbe mai scritto poesie".

 

La sua lotta per l'uguaglianza di genere

 

Circostanze come essere una donna, lesbica e povero ha definito il personaggio di Gloria Fuertes che ha aperto lo spazio poetico a coloro che non avevano voce.

Ha rivendicato i diritti delle donne, sottolineando il diritto di leggere, scrivere, lavorare o fare la poetessa in un momento storico in cui le donne erano ridotte alle faccende domestiche.

Ha messo in discussione i modelli femminili tradizionali e ha anche lavorato come pacifista, opponendosi alle guerre in Vietnam, Cambogia e guerra civile spagnola, oltre a promuovere la difesa dell'ambiente.

Gloria Fuertes è stata interpretata nella sua poesia autobiografica come una poetessa e un cast, innamorata e una grande fumatrice, single e solitaria, religiosa e lesbica, pacifista e femminista.

Il suo grande amore era Phyllis Turnbull, un artista ispanico americano con il quale rimase per 15 anni.

Fuertes lasciò la sua fortuna all'orfanotrofio di Ciudad de los Muchachos.

 

"La poesia non deve essere un'arma, deve essere un abbraccio, un'invenzione, una scoperta di ciò che sta accadendo agli altri, cioè una scoperta, un incoraggiamento, un'aggiunta, un brivido. La poesia deve essere obbligatoria."