Hotel che hanno ispirato scrittori nei loro libri

Venerdì 13 novembre 13.30 GMT

 

Sicuramente tutti abbiamo bisogno di vacanze continuamente, non solo per riposare ma anche per liberare la mente, meditare con calma e lasciare che arrivino idee e nuovi progetti di lavoro.

Per riposare e rilassarsi, un buon hotel aiuta molto Camera affacciate sul mare, sul bosco o su una piazza, o semplicemente offrono tranquillità e comfort. 

Ciò è stato verificato da diversi giornalisti e scrittori che hanno preso vacanzaSi riposarono e scrissero molte delle loro più grandi opere. 

Jane Austen

Jane Austen è stato il grande scrittore inglese autore di "Pride and Prejudice", "Sense and Feelings" ed "Emma", tra gli altri. Nel 2017 sono stati commemorati 200 anni della sua morte, quindi alcuni viaggiatori sono rimasti a Tylnel Hall, nell'Hampshire, dove Austen ha vissuto ed è stata ispirata a scrivere i suoi romanzi.

Lettori e fan hanno colto l'occasione per visitare il Museo della casa di Jane Austen, dove la scrittrice trascorse gli ultimi anni della sua vita.

Ernest Hemingway

Il Premio Nobel per la letteratura Ernest Hemingway (1954), che, come giornalista e corrispondente, viaggiò in vari paesi, incontrò vari tipi di hotel in cui si stabilì per scrivere i suoi appunti. L'autore amava bere, quindi cercava sempre anche i bar.

Nel 2018, una sua storia inedita scritta proprio dal suo bar preferito del Hotel Ritz a Parigi nell'agosto 1944, in tema di liberazione della capitale francese durante la seconda guerra mondiale. 

Durante il suo soggiorno nella sua amata Cuba, Hemingway ha soggiornato all'Ambos Mundos Hotel, un luogo che espone la sua macchina da scrivere, gli occhiali, la penna, un giubbotto da safari, un torero, libri e riviste. Viveva anche a Finca Vigía, alla periferia dell'Avana, dove scriveva "El Viejo y El Mar". 

Agatha Christie

Lo scrittore britannico ha visitato più volte il Pera Palace, un hotel di lusso a Istanbul. Il luogo è stato visitato da Mustafa Kemal Atatürk, la regina Elisabetta II, Zsa Zsa Gabor, Greta Garbo, Alfred Hitchcock ed Ernest Hemingway. 

Christie ha sempre cercato di stabilirsi nella stanza 411 dove ha scritto il suo famoso romanzo, "Assassinio sull'Orient Express". Oggi quella stanza è conosciuta come la Sala Agatha Christie. 

JK Rowling

È noto che l'autore della saga del mago che ha studiato al Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, JK Rowling ha scritto il suo primo libro in un bar, ma pochi sanno che "Harry Potter e i Doni della Morte" l'ha finito all'hotel "The Balmoral" nella stanza 552.

La stanza è stata battezzata "552 ¾" a cui hanno dato tocchi "magici" come una maniglia di una civetta e un cielo con le stelle.