Conseguenze di scrittori che hanno vissuto l'anonimato da riconoscere

Martedì 08 dicembre 16.29 GMT

 

Nel corso della storia, le arti e la scienza hanno rappresentato a tortuoso e difficile da raggiungere per molti settori della società, in particolare per mujeres. Coloro che hanno dovuto cercare alternative di esposizione con l'obiettivo di esercitare il proprio lavoro con riconoscimento e libertà.

Per questo motivo numerosi scrittori dovevano dare il loro nome a uno pseudonimo maschile; inizialmente per far sì che il suo lavoro si diffondesse, e nel tempo, per conquistare lettori di generi diversi, come è avvenuto con Joanne Rowling: JK Rowling.

Nonostante il fatto che lo pseudonimo maschile non sia sempre stato un'opzione, come dimostrato Jane Austen, che ha firmato Emma, Orgoglio e pregiudizio y Senso e densità con il soprannome Alla signora, il mondo di letteratura è ancora un campo che deve evolversi per diventare una parità di condizioni.

Questa è una breve raccolta di autori che erano in anticipo sui tempi per il modo in cui relazionavano il loro mondo emotivo, intellettuale, immaginario e collettivo e le sue conseguenze.

Amantine Aurore Dupin 

Amantin-Lucile-Aurore Dudevand, noto anche come Amantine Aurore Dupin, Era un scrittore, Giornalista, drammaturgo, romanziere e compositore francese che ha pubblicato la sua opera letteraria con lo pseudonimo George Sand.

Considerata uno degli scrittori più influenti del XIX secolo in Europa, è una rappresentante del romanticismo francese e le sue opere più importanti sono Indiana, Lelia, Compagno di Francia, Consolazione y Gli insegnanti dei sogni.

Grazie alla sua visione creativa e quotidiana, Sand ha affrontato la società del suo tempo in diversi aspetti, ma l'indipendenza di essere una donna creativa le ha permesso alcune concessioni come indossare abiti da uomo o fumare in pubblico.

Tuttavia, i suoi comportamenti sociali le fecero perdere i privilegi che aveva ottenuto come baronessa, nonostante sia la figura letteraria più importante del suo tempo.

"La memoria è il profumo dell'anima" - Amantine Aurore Dupin

Mary ann evans 

Di origine inglese, Mary ann evans Si è lasciato avvolgere dall'amore per la lettura e ha messo da parte le questioni coniugali; la sua presentazione nel mondo letterario ha fatto sotto lo pseudonimo di George Eliot.

Grande rappresentante della letteratura ottocentesca insieme a Henry James y Joseph Conrad, Il lavoro di Evans si distingue per la sua complessità, emozione e puntuale attenzione alla psicologia.

Adam bede, Fratello Giacobbe, Il mulino vicino al Floss, Il velo scoperto, Silas Marner y Middlemarch, sono alcuni dei suoi titoli prolifici della carriera.

Il suo idealismo è stato di grande influenza George meredith, Thomas Hardy y Marcel Proust, che era un grande ammiratore del suo lavoro.

"Solo nell'agonia di salutare siamo in grado di comprendere la profondità del nostro amore" - Mary Ann Evans

Sidonie-Gabrielle Colette

Donna ispiratrice e rivoluzionaria, Colette era una delle muse letterarie più popolari e praticanti del XNUMX ° secolo, il suo lavoro è stato introdotto nei circoli letterari con gli pseudonimi Willy y Gauthier.

Colette non solo ha studiato al Goncourt Academy, lo ha anche presieduto e ha ricevuto il Legion d'Onore francese per il suo lavoro di lettere, un riconoscimento raramente dato alle donne. Ha anche lavorato come attrice e sceneggiatrice.

I romanzi si distinguono dal suo vasto repertorio letterario Gigi, La Femme Cache, Julie di Carneilhan, Parigi de ma feneêtre y Il faro blu.

Nonostante abbia ricevuto riconoscimenti nella vita per rivendicare i diritti della carne sullo spirito e quelli della donna sull'uomoAttualmente il lavoro di Colette non è stato valorizzato con maggiore determinazione.

"Il viaggio è necessario solo per l'immaginazione ridotta" -Colette

Matilde Cherner

Descritto come donna di idee progressiste e di convinzioni politiche chiare e marcate, Cherner ha pubblicato numerosi testi e romanzi sotto il soprannome di Raffaele Luna.

Brillante rappresentante del pensiero femminile madrileno, Matilde Cherner ha scandalizzato il suo lavoro Maria Maddalena, dove si rivolse alla prostituzione come professione legalizzata nel 1880.

Lo stesso che rappresenta il primo romanzo spagnolo in cui una prostituta è protagonista.

Tuttavia, il suo libro più famoso è intitolato Tramonto e alba, scrivendo che è iniziato come una serie di puntate giornalistiche in cui mostra le conseguenze degli eventi storici sulle donne della monarchia.

"Quando psicologi, filosofi e moralisti avranno la volontà di fare uno studio sul nostro essere intellettuale lungo, profondo e coscienzioso come hanno fatto fisiologi, medici e naturalisti sulla fisica, la scienza, la moralità e la filosofia, avranno fatto un passo gigante ”- Matilde Cherner

Cecilia Böhl di Faber

Il suo lavoro è considerato come un legame tra costumbrismo, romanzo romantico e realismo, tutto pubblicato con lo pseudonimo di Ferman Caballero, che ha scelto per "il suo sapore antico e cavalleresco"

Le sue idee erano dirette a difendere le virtù tradizionaliste, la monarchia e il cattolicesimo; tuttavia, con il lavoro Gabbiano, ha cercato di ritrarre la donna spagnola in un modo diverso da quello riportato dal romanticismo europeoe l'hanno identificata come sensuale, indipendente e passionale, ma consapevole delle buone maniere.

Sebbene non abbia accettato di essere legata ad autori contemporanei per le sue tendenze libertarie, il lavoro di Cecilia è un frammento di storia.

"Di solito leggo la prefazione in tutti i libri, perché a volte è la parte migliore del lavoro" - Cecilia Böhl de Faber

Le sorelle Brontë

Charlotte, Anne ed Emily Brontë hanno portato una visione eccezionale e fantastica alla letteratura del Età vittoriana del Regno Unito.

Il 29 dicembre 1836, quando prestava servizio come giovane insegnante, Charlotte Bronte gli ha mandato il suo migliori poesie al poeta Robert Southey per avere la loro opinione sul fatto che meritassero o meno di essere pubblicati.

La risposta è stata: "La letteratura non può essere una questione di vita di una donna, e non dovrebbe essere così", ma questo non ha fermato l'autore di Jane Eyre, che ha pubblicato sotto il nome di Currer bell.

Nel frattempo, sua sorella Emily, con la tendenza a fare osservazioni poetiche della natura e riflessioni filosofiche, ha scritto il suo romanzo unico e trascendente: Wuthering Heights, con lo pseudonimo di Ellis bell.

D'altro canto, Anne Bronte è stato presentato come Acton bell per diffondere il suo romanzo Agnes Gray, dove narra la vita di Agnes, una giovane donna inglese che si dedica a fare la governante (l'unico modo in cui le donne dovevano guadagnarsi da vivere in quel momento).

“Quanto sarebbe delizioso diventare una governante, uscire nel mondo, iniziare una nuova vita, prendere le mie decisioni, sviluppare le facoltà che avevo senza usare, mettere alla prova le capacità che ho e che non conosco, guadagnare il mio stipendio. Non importa quello che hanno detto gli altri, sembravo perfettamente qualificato per il compito ”- Agnes Gray

Da questi pionieri nella scrittura e nella difesa dei diritti delle donne di appartenere e di plasmare le diverse discipline artistiche a modo loro, diverse figure si sono unite per prendere lo pseudonimo come un richiamo di marketing o di protesta.