Proteggi la tua biblioteca con queste maledizioni medievali

Giovedì 21 febbraio alle 00.40 GMT


Proteggi la tua biblioteca con queste maledizioni medievali


Che rubino un libro (o che non te lo restituiscano) è una delle cose peggiori che possa capitare a te. Pertanto raccomandiamo queste maledizioni medievali che ti aiuteranno a proteggere la tua biblioteca.

Nel Medioevo, quando i libri erano scarsi e molto costosi (perché le copie venivano fatte a mano), le persone li proteggevano mettendo questi maledizioni sulla prima o ultima pagina, come una sorta di ex libris. Questo è quello che dice Marc Drogin nel suo libro Anatema: scribi medievali e la storia delle maledizioni dei libri.

A quel tempo era una delle più grandi paure andare all'inferno, queste maledizioni si riferiscono a quella punizione, mentre altre spiegano in dettaglio tutte i mali che si desideravano ai ladri.

Maledizioni potenti

Una delle maledizioni più comuni è stata: "Lascia che la spada dell'anatema cada su chi ruba questo libro."

Altro popolare era: "All'inferno, chi in questo libro piegherà un foglio"; o in varianti come: "chi lascia un segno o macchia, verrà arrostito", "chi ruberà questo libro, all'inferno verrà cucinato".

Alcuni furono un po 'più dolorosi, poiché includevano più punizioni per altri crimini: "Chiunque rubi o alieni questo libro, o lo mutilasse, sarà anche tagliato fuori dal corpo della chiesa e tenuto separato".

Ma forse nessuno è in concorrenza con questo maledizione molto lunga:

"Chi ruba, prende e non restituisce questo libro al suo proprietario, possa il suo braccio trasformarsi in un serpente che lo morde e lo strappa. Lascia che paralizzi se stesso e che i suoi membri siano maledetti. Lascialo svenire per il dolore che piange per misericordia, e che non c'è riposo per la sua agonia fino a quando lui stesso non canta nella sua dissoluzione. Che i vermi dei libri rubano le sue viscere senza mai morire, e quando finalmente arriva alla sua punizione finale, possano le fiamme dell'inferno consumarlo per sempre ".

Ora che sai come hanno protetto i libri nei tempi antichi, Ti invitiamo a restituire qualsiasi testo straniero, preso in prestito o persino rubato, a meno che tu non voglia che le tue braccia diventino serpenti.