La vecchia casa di Víctor Hugo dove fu esiliato ora è un museo

Martedì 23 aprile 14.41 GMT


La vecchia casa di Víctor Hugo dove fu esiliato ora è un museo


In questo posto, scrisse Victor Hugo I miserabili, visse anni 15 esiliato e compose le prime versioni delle sue poesie Le contemplazioni.

Eretto in cima a Saint Peter Port, città del Regno Unito Casa di Hauteville Era la residenza dello scrittore francese Victor Hugo per cinque lustri. Guernsey è un'isola britannica nel Canale della Manica al largo della costa della Normandia.

Come succede con quasi tutti i grandi artisti, è normale convertire le loro vecchie residenze in musei o gallerie d'arte.

C'è la casa blu in cui Frida Kahlo e Leonora Carrington palazzo che diventerà anche museo.

Dopo il colpo di stato di 1851 guidato da Luis Napoleón Bonaparte. Víctor Hugo, un repubblicano convinto, andò volontariamente in esilio a Bruxelles e poi sull'isola di Jersey.

Espulso da Jersey in 1855, si è finalmente stabilito a Guernsey. Gli 15 hanno vissuto lì fino al suo ritorno in Francia in 1870.

Casa di Hauteville

In Inghilterra, ha aperto la casa-museo Casa di Hauteville che l'artista francese ha acquisito in 1856 grazie ai profitti delle sue poesie Le contemplazioni.

Ed è che dopo un anno nel processo di restauro ha aperto le sue porte per le persone a godere dei suoi cinque piani. Tutto, coronato da a punto di vista vetrato dal quale, con bel tempo e cielo sereno, è possibile vedere la costa francese.

La magnifica residenza è un'opera d'arte in sé, sia per il design esterno che per la decorazione.

Fortunatamente, il restauro ha pienamente rispettato la decorazione fatta dallo stesso poeta. Ciascuno dei suoi elementi costituisce un prezioso esempio del suo talento creativo.

I visitatori possono scoprire gli spazi intimi dello scrittore, carico della memoria di una vita letteraria, artistica e politica.

Stili e decorazioni di Víctor Hugo

Un esempio dei bellissimi pezzi decorativi che Victor Hugo ha progettato i disegni dei fregi in legno e dei motivi intagliati dei mobili. Inoltre, è possibile scoprire le sagome dei personaggi leggendari Quasimodo ed Esmeralda dal suo romanzo Madonna di Parigi.

Sono anche il prodotto della tua immaginazione Giardino d'inverno Anche, il Galleria di quercia, che consiste in una camera da letto e un ufficio con un set di tavolo e sedie.

Anche questa sala di studio ricorda la Sala Grande del Palazzo di Giustizia a Parigi. Si ricorda che questa è la scena di feste popolari nel suo romanzo Esmeralda e Quasimodo il gobbo.

Ma Anche le influenze barocche e rinascimentali di architettura e decorazione hanno un tocco asiatico. Motivi orientali che dominano persino il design nella sua interezza. Tutto diverso, bene nessuna stanza è uguale all'altra.

Victor Hugo ha progettato la sua casa in uno stile teatrale, a volte cupo e opprimente. Altri più leggeri e luminosi. Ad esempio, il famoso punto panoramico dove finiva il classico della letteratura mondiale Les Miserables.

Gioielli decorativi e pezzi unici

Molti oggetti e angoli della casa riflettono l'umore di Victor Hugo in esilio:

"Lo sono, ma non lo sono" (...) "Sono sincero, ma piango." Queste linee sono iscrizioni incise in latino a destra e sinistra del camino nel Galleria del camino.

Per questo massimo esponente del romanticismo francese, l'architettura era "un pensiero scritto nella pietra". Suo figlio Charles descrisse la casa di oltre 100 metri quadrati con il suo enorme giardino come un "poema di diverse stanze".

Attualmente, la proprietà è gestita dallo stabilimento pubblico di Paris Musées, che raggruppa più di dieci musei a Parigi.

Cosa c'è di più, i lavori di restauro costano più di quattro milioni di euro. Tutto questo è stato finanziato dall'uomo d'affari francese François Pinault. Lo stesso che ha donato 100 milioni per la ricostruzione della Cattedrale di Notre Dame.

Mentre era esiliato, triste e nostalgico, in Hauteville House, Victor Hugo scrisse le sue più grandi opere che lo avrebbero immortalato nel mondo della letteratura e della cultura in tutto il mondo.