Gli 5 migliori scrittori francesi di tutti i tempi

Mercoledì 03 aprile 16.02 GMT


Gli 5 migliori scrittori francesi di tutti i tempi


En Francia Non solo è la città più romantica del mondo, uno dei migliori musei o grandi opere d'arte, ma è anche la culla della letteratura europea, poiché ha visto crescere grandi menti all'interno del suo territorio.

Non per niente ha Premi Nobel 15, dal poema medievale La Chanson de Roland fino ad alcuni autori più attuali come Michel Houellebecq, Gli scrittori francesi hanno prodotto alcune delle opere più audaci e influenti in letteratura.

Le meraviglie di questo paese non solo attirano un gran numero di turisti da tutto il mondo, ma hanno anche portato grandi menti e le hanno guidate a trovare la propria voce. Ernest Hemingway, Henry Miller ed Ezra Pound Sono alcuni di loro.

Aggiunto al bellezza della tua lingua, le idee avanzate che molti scrittori hanno presentato dal Barocco hanno reso la letteratura francese non solo una delle più antiche in Europa, ma anche una delle più importanti.

Ecco perché ti mostreremo i 5 migliori scrittori francesi di tutti i tempi.


1.- Gustave Flaubert

Considerato da molti come il padre di realismo letterario, Gustave Flaubert è nato a Rouen in una famiglia di chirurghi in 1821. Flaubert stava studiando per diventare avvocato, ma un disturbo nervoso lo costrinse a lasciare la scuola e rimanere nella proprietà della sua famiglia a Croisset. Oltre a una spedizione in Medio Oriente, Flaubert trascorse la maggior parte del tempo nella sua fattoria lavorando ai suoi romanzi.

Flaubert ha letto la prima bozza di La tentazione di San Antonio a Louis Bouilhet e Maxime Du Camp a 1849, impiegando tre giorni per finire di leggere il suo lavoro. Quando Flaubert finì, entrambi gli scrittori gli chiesero di bruciare il manoscritto e di non menzionarlo di nuovo, senza immaginare che sarebbe diventato uno dei suoi lavori più importanti.

Uno dei grandi ammiratori di questo lavoro è stato Sigmund Freud, che ha detto che "questo libro non solo chiama i grandi problemi della conoscenza, ma i veri enigmi della vita ... e conferma la consapevolezza della nostra perplessità nel mistero che regna ovunque".

Nonostante ciò, i drammi scritti da Flaubert non sono stati ben accolti durante la sua vita, essendo persino giudicato per oscenità in 1857 grazie a ciò che è scritto nel suo lavoro Madame Bovary.


2.- Honoré de Balzac

 

Honoré de Balzac è nato a 1799 a Tours, in Francia. Suo padre lavorava come funzionario di Napoleone, mentre sua madre era proprietaria di una compagnia di abbigliamento parigina. Dopo essersi trasferito a Parigi e aver lavorato come impiegato di un avvocato, Balzac è partito da solo nella speranza di diventare uno scrittore.

Non è stato fino a 1829 che ha prodotto il suo primo romanzo di successo: I Chouans. Questo romanzo racconta la storia di un gruppo di contadini realisti sorti contro la rivoluzione francese in 1799.

Dopo questo, e avendo creato grandi opere come Le Père Goriot, Physiologie du mariege y Scènes de la vie privéeBalzac cominciò a organizzare i suoi romanzi in una raccolta che chiamava Il commedié umanoCome riff naturali Divina Commedia di Dante.

L'obiettivo principale di tutti i romanzi di Balzac era analizzare come l'individuo affronta la società, soprattutto con la caduta degli ideali aristocratici e l'ascesa di una morale borghese più materialista. Balzac era particolarmente interessato a come le persone in campagna si adattassero (o non si adattassero) alla Parigi metropolitana.

3.- Marcel Proust

 

Marcel Proust è nato a 1871 ad Anteuil. Studi di legge e letteratura a scuola e si interessò alla filosofia di Henri Bergson, il suo primo lavoro importante era una raccolta di storie chiamate Piaceri e giorni. Ha anche iniziato a scrivere un'autobiografia chiamata Jean Anteuil che abbondava per creare uno dei suoi lavori più ambiziosi: À la rechecherche du temps perdu.

Anche se le sue frasi possono essere impressionanti, è un'esperienza di lettura sublime senza confronto nella narrativa moderna.

Marcel Proust divenne sempre più solo quando divenne più grande. Ha raggiunto la fama mondiale quando il suo secondo romanzo ha vinto il prestigioso Prezzo Goncourt. Allo stesso modo, Proust ha finito tutti i suoi libri prima della sua morte in 1922. Gli ultimi tre romanzi di Alla ricerca del tempo perduto sono stati pubblicati postumi.

4.- Stendhal

 

Stendhal è il nome di Marie-Henri Beyle, nato nel 1783 a Grenoble. Nel 1799, decise di lasciare la casa opprimente di suo padre e studiare letteratura e matematica a Parigi. Pochi mesi dopo, la famiglia di Stendhal lo costrinse a entrare nell'esercito francese. Questo ha dato all'artista in erba l'opportunità di visitare le grandi città d'Italia, che sarebbe estremamente importante nella sua narrativa.

Il suo lavoro più importante è stato il romanzo La Cartuja di Parma, che segue un dissoluto aristocratico italiano in epoca napoleonica. Sorprendentemente, Stendhal ha scritto questo romanzo in circa giorni 50. Che ci crediate o no, Leo Tolstoy ha usato il romanzo di Stendhal per aiutarlo a scrivere Guerra e pace.

Come molti altri romantici, Stendhal era profondamente preoccupato per il conflitto tra l'individuo e la società. L'interessante mix di romanticismo e scetticismo di Stendhal lo ha reso una figura intellettuale chiave nella Francia del XIX secolo.

5.- Charles Baudelaire

 

Baudelaire è nato a 1821 a Parigi. Ha eccelso nei suoi studi, ma i suoi insegnanti hanno notato il peculiare natura solitaria di Baudelaire. Anche se Baudelaire alla fine si è iscritto a studiare destra a Parigi, ha trascorso la maggior parte del suo tempo in bordelli del quartiere latino. Ciò ha portato il suo patrigno a costringerlo a viaggiare in India con il governo francese. Baudelaire era così contrario al viaggio che in realtà saltò giù dalla nave e tornò in Francia.

In 1846, dopo aver accumulato enormi debiti, Baudelaire iniziò a scrivere quella che sarebbe diventata la sua più grande raccolta di poesie: Les Fleurs du mal. Subito dopo il suo lancio in 1857, è stato giudicato per oscenità. La stampa di sei poesie fu ufficialmente vietata e Baudelaire fu costretto a pagare una multa di 50 franchi. Sia il libro che l'autore sono diventati immediatamente sinonimo della depravazione della vita urbana.

Unitamente Walt Whitman, Baudelaire è considerato il primo grande poeta della vita urbana. Le poesie in Les Fleurs du mal sono pieni di immagini grottesche, erotismo schietto, scene della Parigi moderna ed esotismo. Queste audaci poesie continuano a impressionare il lettore contemporaneo. Baudelaire divenne di grande importanza per i modernisti.