Da poeta a editore del Ministero della Guerra, la vita di Paul Valéry

Giovedì 30 maggio 23.45 GMT



Da poeta a editore del Ministero della Guerra, la vita di Paul Valéry

Paul Valéry era uno scrittore francese che ha anche lavorato come redattore del Ministro della Guerra. È nato in 1871. La sua opera poetica è considerata una delle più importanti della poesia francese del XX secolo. D'altra parte, il suo lavoro di saggio è quello di un uomo scettico e tollerante. Un uomo che disprezzava le idee irrazionali e l'ispirazione poetica. Inoltre, credeva nella superiorità morale e pratica del lavoro, della coscienza e della ragione.

Ha studiato giurisprudenza a Montpellier, forse da lì è nato il primo aspetto della sua posizione nel governo. Tuttavia, a Montpellier scrisse le sue prime poesie. Più tardi, avrebbe vissuto un periodo in cui non avrebbe pubblicato nessuno dei suoi lavori a causa della sua posizione di ufficiale della sicurezza. Un uomo a cui una mancanza di affetto lo ha portato alla depressione e all'abbandono. Qui vi raccontiamo alcuni fatti curiosi sulla vita di uno dei più grandi poeti.

Arte, l'unica cosa solida

Fu educato a Sète durante la sua infanzia. Quando era un adolescente pensava di dedicarsi alla carriera di un marinaio. Tuttavia, diversi contrattempi lo costrinsero, in 1884, a rinunciare alla preparazione per l'ammissione all'Accademia Navale. E in 1889 ha iniziato gli studi di diritto al Liceo di Montpellier. Secondo i ricordi di Paul Valéry, la stupidità e l'insensibilità gli sembravano iscritte nel programma. Anche la mediocrità dell'anima e la totale assenza di immaginazione tra i migliori della classe. In quel periodo le sue attività principali consistevano nel desiderio per la carriera frustrata di marinaio. Questo, perché ha assicurato che tutto ciò che riguarda il mare li ha intossicati.

Tuttavia, l'arte avrebbe toccato la sua sensibilità quando leggeva poeti come Baudelaire, Verlaine, Rimbaud e Mallarmé. Dalla lettura di Contro il grano di Huysmans, letteratura, lehizo trovano nell'arte l'unica cosa solida. Questo non è stato dato dalla metafisica

Scoperta della vanità radicale

A Montpellier ha incontrato Pierre Louys e André Gide, con chi consoliderai un'amicizia duratura. entrambi Erano i primi ascoltatori dei versi che aveva scritto e che sarebbero stati pubblicati sulla rivista La Conque.

Nel mese di giugno 1891, Valéry ha affrontato una crisi, un colpo di realtà o semplicemente uno sconcerto. È successo quando Valéry è passato per caso in strada con una donna catalana, di cui è rimasto affascinato. Era una donna di dieci anni più vecchia, che ha visto di nuovo in altre occasioni, ma non si è mai avvicinata.

Come risultato dell'evento, Valéry ha deciso di separarsi da se stesso. Prima si separò dall'amore, che si concentrò su un'unica immagine: quella donna catalana. Quindi, ha fatto letteratura, seguito da religione ed emozione. Questo, perché secondo lui, ha distrutto l'equilibrio dell'intelligenza. Quindi, rimase con l'unico sito esistenziale stabile, l'intelletto.

Poeta ed editore

Attaccato all'intelletto e dopo aver adempiuto al servizio militare, si trasferì a Parigi. Nella città di luce ha scoperto il lavoro di Edgar Allan Poe e ha iniziato a scrivere più opere e poesie. Paul Valéry divenne saggista e filosofo. Si interessò al movimento simbolista. Inoltre, Era un membro abituale degli incontri di Stéphane Mallarmé. sempre, Ha alternato la sua vocazione poetica a un lavoro come montatore nel Ministero della Guerra. Ha pubblicato in 1917 il suo primo libro di poesie con il titolo di The Young Grim Reaper, seguito da Cimitero marino in 1920. Certo, non possiamo lasciare fuori Album di versi antichi in 1921.

A 1925 fu eletto membro dell'Accademia di Francia e, nonostante i suoi consensi di critica, decise di abbandonare la poesia. Dopo aver lasciato, si dedicò completamente al saggio, alla matematica e alla pittura. Tutte le espressioni artistiche in cui Valéry si è esibita, le ha condensate in una pubblicazione di venti volumi in 1945.

La vita e il lavoro di Paul Valéry è la storia di un uomo brillante che sentiva e pensava più degli altri e prendeva decisioni che pochi avrebbero preso.