Emily Dickinson, la poetessa che viveva isolata nel suo mondo

Martedì 10 dicembre 12.26 GMT


Emily Dickinson, la poetessa che viveva isolata nel suo mondo


Emily Elizabeth Dickinson È considerata una delle figure più rilevanti del letteratura dagli Stati Uniti e dal mondo.

È nato Dicembre 10 1830 nel Massachusetts, apparteneva a una famiglia benestante e ha frequentato sette anni all'Accademia Amherst.

Dopo una rigida educazione calvinista, la giovane donna iniziò a forgiare un carattere introverso e solitario.

Era interessato a materie insolite per il tempo come la natura e l'astronomia.

A poco a poco ha deciso di isolarsi nella sua stanza, dove stava scrivendo.

Attualmente è chiamato la coppia di grandi come Edgar Allan Poe, Ralph Waldo Emerson e Walt Whitman.

L'importanza di una donna eccentrica

La vita di Dickinson è un mistero, non ci sono altro che chiarimenti dei suoi biografi e detti di parenti o vicini. Ma il suo mondo interiore forse nessuno lo avrebbe conosciuto.

Dicono che gli piaceva indossare solo bianco e passeggiare in giardino senza compagnia.

Sostengono che Benjamin Franklin Newton, che era il suo mentore e causa di affetto, avrebbe segnato la sua sensibilità all'amore.

Tuttavia, morì presto di tubercolosi e affondò in una profonda depressione.

Alcune delle sue lettere erano dedicate a un uomo soprannominato maestro, ma la sua identità è sconosciuta. La poetessa non si è mai sposata.

Dopo essere stato confinato nella sua stanza, ha mantenuto alcune amicizie che ha trattato per corrispondenza.

I suoi testi erano caratterizzati da enigma e femminilità potente, così come il linguaggio emotivo.

All'inizio di 1860 i suoi versi diventano più sperimentali. La maggior parte della sua produzione risiede brevi poesie.

Che 15 sia morto da 1886, sua sorella Lavinia, che ha scoperto i testi salvati e ha quindi iniziato a modificare e pubblicare i suoi lavori.

Sfortunatamente l'ordine cronologico è stato perso, quindi nessuna sequenza viene salvata e non può essere rintracciata oltre la sua vita.

Senza dubbio uno degli scrittori più rilevanti di tutti i tempi.

L'anello

Al dito avevo un anello.

La brezza tra gli alberi era sbagliata.

La giornata è stata blu, calda e bellissima.

E ho dormito sull'erba sottile.

Quando mi sono svegliato, mi sono spaventato

La mia mano pura nel pomeriggio limpido.

L'anello tra il mio dito era sparito.

Quanto ho ora in questo mondo

È un souvenir di colore dorato.

Emily Dickinson


Potrebbe piacerti anche:

Voltairine de Cleyre, anarchica e femminista che ha rivoluzionato il suo tempo

Oscar Wilde: Redenzione del genio che è stato trattato come un reietto

Lope de Vega, l'enamoradizo 'Fénix de los ingenios'