Le formiche occupano spazi per riflettere sulla migrazione

Giovedì 29 agosto 15.22 GMT



Le formiche occupano spazi per riflettere sulla migrazione


Casa presa È un progetto d'artista Rafael Gomezbarros che a prima vista potrebbe essere "interessante", ma che mantiene un significato molto più profondo.

Il nome si riferisce alla storia di uno scrittore Julio Cortázar.

E questo ha ispirato il colombiano a prendere spazi pubblici nelle grandi città sculture di formiche.

Con circa mille insetti 500, forma questo lavoro unico.

Che anche se guardi da vicino, sono formati da due figure di teschi umani.

La intervento urbano È un pretesto per parlare di un problema attuale, il immigrazione.

Lui è così progetto itinerante Volete aprire il dialogo sull'impatto che gli spostamenti hanno a livello sociale e umano.

Quindi le formiche alludono al territorio, al multiculturalismo, alla ricerca di una vita e un'identità migliori.

Senza dubbio l'arte diventa un motore per ricordare che, con questo fenomeno, il tessuto sociale cambia inevitabilmente.