Yalitza Aparicio, un anno dopo la sua nomination all'Oscar

Martedì 21 gennaio 15.55 GMT


Yalitza Aparicio, un anno dopo la sua nomination all'Oscar


Il film Roma Nel 2018, Alfonso Cuarón ha radicalmente cambiato la vita del suo protagonista: Yalitza Aparicio. Originaria di Tlaxiaco, Oaxaca è nata l'11 dicembre 1993. Di origine Mixtec, è diventata famosa quasi per caso.

Ha accompagnato sua sorella al casting di un film di cui non si sapeva nulla e immediatamente affascinato dalla sua personalità.

Dal nastro non abbiamo smesso di sentirne parlare.


Riconoscimento internazionale

Nel 2018 la rivista Tempo Considerava la migliore interpretazione dell'anno, mentre Il New York Times Lo ha inserito nell'elenco delle persone più importanti.

Un anno dopo è stata nominata per un Oscar, essendo la seconda donna messicana - dopo Salma Hayek - ad essere riconosciuta dall'Accademia e la prima donna indigena nella storia dei premi.

Sempre in quell'anno la BBC la nominò come parte delle 100 donne più influenti al mondo.

Quindi da allora supporta cause sociali e ha parlato di questioni come il muro al confine tra Messico e gli Stati Uniti.

Oltre ad essere nominato ambasciatore di buona volontà dell'Unesco, nell'ottobre 2019.

Chi è passato da insegnante di scuola materna a attrice, ha anche posato per riviste come Vogue y Vanity Fair.

Senza dimenticare che parteciperà alla conferenza di Harvard I problemi e le opportunità che il Messico deve affrontare nel XNUMX ° secolo, il prossimo 31 gennaio.

Potrebbe piacerti anche:

Alberto López Gómez: Il tzotzil che abbaglierà con i suoi disegni a New York

Imperdibili cinema d'arte a Città del Messico

Cineteca Nacional, lo spazio culturale e cinematografico preferito del CDMX