10 cose che dovresti sapere (o ricordare) su Daft Punk
16557
post-template-default,single,single-post,postid-16557,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,qode-news-2.0.1,qode-quick-links-2.0,aawp-custom,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

10 cose che dovresti sapere (o ricordare) su Daft Punk

Daft Punk È senza dubbio uno dei duetti di musica elettronica più influenti degli ultimi tempi.

Questo è il motivo per cui condividiamo alcune informazioni che comprendono diversi aspetti unici di questo duo creativo francese:

1. Prima di essere Daft Punk, Thomas Bangalter e Guy-Manuel di Homem-Christo formarono Darlin' con Laurent Brancowitz, che sarebbe poi diventato parte della band fenice.

2. Sin dal suo inizio collaborazioni con altri artisti, sia musicali che di diverse discipline, sono stati fondamentali per questo duetto francese.

Nei loro video hanno lavorato con registi come Spike Jonze e Michel Gondry, e nei suoi album con musicisti come Pharrell Williams o il mitico Stevie Wonder e Giorgio Moroder.

3. Bangalter e De Homem-Christo copriti il ​​viso da 1996. Durante i primi anni della sua carriera lo hanno fatto usando diversi tipi di maschere.

Da 2001 iniziano a usare i caschi robot che ora caratterizzano la loro immagine di Daft Punk.

Questi primi caschi e tute spaziali sono stati progettati da Tony Gardner di Alterian Inc. per accompagnare il lancio di Scoperta e tutta la narrativa intergalattica che circonda questo album.

Guardare un robot non è lo stesso che guardare un idolo. Non siamo esseri umani, quindi diventiamo più come uno specchio: l'energia che le persone inviano sul palco ritorna da loro e quindi tutti condividono un buon momento insieme, invece di concentrarsi su di noi.

Guy-Manuel de Homem-Christo

Musica e immagini in movimento

4. L'album Scoperta funziona come colonna sonora e punto di partenza per Interstella 5555: La 5tory del 5ecret 5tar 5ystem, Film d'animazione franco-giapponese.

È stato diretto dai giapponesi Leiji Matsumoto, insegnante del opera spaziale animato e prodotto dai leggendari studi anime Animazione Toei.


5. In 2006 hanno scritto e diretto il film robotico di fantascienza Electroma.

Questo film è stato presentato al Festival di Cannes quell'anno.

Paradossalmente, la musica di questo nastro cult non è stata fatta da loro, ma da artisti come Brian Eno, Todd Rundgren o Sébastien Tellier.

6. Un'altra avventura cinematografica di Bangalter e De Homem-Christo è stata la colonna sonora di Tron: Legacy, in 2010, in cui si sono mescolati Suoni orchestrali con musica elettronica.

7. Partecipazione a Tron: Legacy ha permesso loro di rivolgersi a specialisti in costumi ed effetti speciali di Studi di Ironhead, con cui hanno lavorato alla riprogettazione più sofisticata dei loro caschi.


La tecnologia ha reso la musica accessibile in un modo filosoficamente molto interessante, ma quando tutti hanno la capacità di fare magie, a volte sembra che non ci sia più magia.

Thomas Bangalter, parlando del perché riprendere suoni simili nei ricordi ad accesso casuale.

Robot, alta moda e fornelli lenti

8. In 2013, Daft Punk è stato uno dei progetti musicali selezionati per le collaborazioni che ha realizzato Hedi Slimane per The Saint Laurent Music Project.

Questa collaborazione tra haute couture, musica in parata, pubblicità ed editori di riviste ha funzionato per generare ancora più aspettative prima del lancio del Memoria ad accesso casuale, il materiale più recente del duetto francese finora.

9. Nonostante abbia avuto una carriera musicale di oltre 20 anni, hanno solo quattro album in studio come Daft Punk, poiché ogni album è preparato con estrema accuratezza e totale attenzione ai dettagli.

Questo è il caso Memoria ad accesso casuale, il suo materiale più recente, di 2013.

Ad esempio, per registrare su Giorgio Moroder Hanno usato microfoni di epoche diverse, corrispondenti ai periodi della sua vita che ha narrato in pista.

In questo modo otterrebbero le diverse qualità audio di ogni epoca, a causa delle differenze minime tra di loro.

10. Recentemente è stata presentata la mostra Electro: da Kraftwerk a Daft Punk alla Filarmonica di Parigi.

In esso, il duo ha raccolto alcune chitarre, animatronics, costumi e altri oggetti ispirati all'album Dopotutto umano (2005).

La mostra che è stata presentata fino a ottobre di quest'anno, ha affrontato la vasta storia della musica elettronica.

Immagine animata dell'animazione 'condividi la tua arte'
Non ci sono commenti

Invia un commento