Curiosità 3 dei più importanti musei del mondo

Lunedì 20 maggio 17.09 GMT


Curiosità 3 dei più importanti musei del mondo


Museo del Louvre

 

El 8 November 1793, il Louvre di Parigi ha aperto le sue porte al pubblico. Successivamente, in occasione di 1980, l'edificio originale è stato sottoposto ad un ambizioso processo di modernizzazione. Possiamo vedere questo rimodellamento in quella che è diventata un'icona della proprietà. È vero, stiamo parlando del tuo Piramide di cristallo creata dall'architetto cinese-americano Ieoh Ming Pei. Questo centralizza l'accesso in una sala sotterranea, dalla quale si raggiungono le varie sale del Museo.

Come se tutto ciò non fosse abbastanza, È il museo più visitato al mondo! Ed è che solo in 2018 n 2018, il Museo del Louvre ha battuto il suo record di presenze. In totale, 10,2 milioni di visitatori, il che significava un aumento di 25% rispetto a 2017.

Museo del Prado

 

Uno dei dati più curiosi di questo museo si trova a Madrid, è come è stato dato il nome Così tanto che può graffiare la confusione e uno scherzo cattivo. Tutto inizia perché parla di un luogo: il prato, che in effetti era un prato. Giusto, così semplice e chiaro. Era il prato del Jeronimos, una terra adiacente al famoso monastero di Jeronimos. Tuttavia, nei suoi inizi, ha ricevuto nomi non originali come il Royal Museum of Paintings. Anche, il Museo Nazionale di pittura e scultura. Ovviamente, la mancanza di aggancio di questi nomi e l'uso popolare lo fece in 1920, fu decretato di battezzarlo con il suo nome definitivo.

Il prezzo di entrata di questo sito rientra nelle curiosità dei musei. Ed è quello l'ammissione costa 15 euro! Solo i musei del Vaticano lo precedono, fanno pagare gli euro 17, ma ovviamente hanno la Cappella Sistina. Il resto è gratuito (come a Londra) o costa meno di 15 euro.

British Museum of London

 

Ultimo ma non meno importante, abbiamo il British Museum a Londra. Questo recinto fu uno dei primi ad avere luce elettrica. Ed è che, sebbene possa sembrare incredibile, averlo aperto fino a tarda sera, sarebbe stato impensabile nel 19 ° secolo. Questo perché il museo era illuminato solo con luce naturale. Poi, quando è diventato buio o nebbioso, hanno ripulito le gallerie.

Non hanno usato candele o lampade a olio o gas, ovviamente per la sicurezza dei lavori. In 1879 è arrivata l'elettricità, prima sperimentalmente, con alcuni archi installati nella Sala di lettura e nella sala. E non è che fossero molto sicuri, ma abbagliavano gli utenti della biblioteca, che potevano leggere senza problemi fino alle sette di sera.